L’autoipnosiL’Autoipnosi è la capacità di entrare autonomamente in ipnosi e poter utilizzare questo stato di coscienza per ottenere benefìci in molti ambiti personali.
Si può infatti apprendere ad usare la mente ed allenarla, esattamente come quando si apprende una disciplina sportiva, ad esempio le arti marziali o la danza classica, nelle quali ci si allena fino a modificare il proprio corpo, diventandone padroni.
L’Autoipnosi permette di entrare velocemente in uno stato di grande calma interiore nel quale è possibile controllare il corpo, le emozioni ed esplorare l’inconscio.
Si impara da subito, ad esempio, a controllare le funzioni del sistema nervoso autonomo che sfuggono al nostro controllo diretto: il battito cardiaco e la pressione arteriosa, la motilità dei vasi periferici, il rilassamento totale della muscolatura, le contrazioni dei visceri.
Si impara a controllare le emozioni di ansia, entrando in stati di profonda quiete e piacere.
Si impara ad esplorare la parte più profonda di sé, l’inconscio, al fine di attingere alle risorse utili a risolvere conflitti e problemi.

L’Autoipnosi può essere quindi di grande aiuto nella cura dei disturbi psicosomatici, nell’ansia, negli attacchi di panico, nei disturbi della sfera sessuale, nelle fobie, nell’insonnia ma anche per il miglioramento delle prestazioni in generale, nella vita privata, nello sport, nel lavoro, attraverso esercizi mirati e formule di proponimento.
Ciò che contraddistingue l’Autoipnosi, è l’enorme numero di studi e ricerche in letteratura scientifica che ne descrivono l’efficacia e le potenzialità. Già negli anni sessanta, Schultz, lo psichiatra artefice della tecnica del Training Autogeno (insegnata nella parte iniziale del corso di Autoipnosi), contava più di duemila lavori scientifici. Oggi il numero di studi scientifici al riguardo è moltiplicato e la psicoterapia moderna ha ampliato i suoi protocolli di cura insegnando la meditazione e l’Autoipnosi.
Sono note alcune imprese eccezionali compiute grazie all’Autoipnosi come il primo attraversamento dell’oceano in solitaria su un kayak, alpinisti che hanno evitato il congelamento di piedi e mani riuscendo a fare affluire sangue alle proprie estremità tramite la concentrazione, operazioni chirurgiche senza anestesia o la capacità di alcuni atleti di concentrarsi e dominare le emozioni nei momenti decisivi, tra i quali molti campioni del mondo del calcio, addestrati a mantenere il controllo durante un rigore.
L’Autoipnosi nasce, in occidente, alla fine dell’ottocento/primi del novecento, nell’epoca di Freud e Jung, quando psicologi come Vogt (la sua tecnica del “rilassamento frazionato” è quella usata in molte discipline insegnate nelle palestre), Bleuler e Forel, esplorando l’ipnosi in terapia, si accorsero che alcuni soggetti potevano essere addestrati ad entrare in quello stato da soli. Successivamente, negli anni trenta/quaranta, Schultz mise a punto il Training Autogeno, diventato poi famosissimo in tutto il mondo. Tutte le nazionali e selezioni sportive oggi dedicano una parte dell’allenamento dei loro atleti all’insegnamento del Training Autogeno. Nel corso degli ultimi decenni, diversi psicologi internazionali come Barber, Salter, Spark, hanno contribuito con i loro studi alla divulgazione dell’Autoipnosi.
L’Autoipnosi è espressione della potenza della mente. Ci si può chiedere come mai, viste le possibilità di cura e cambiamento che può apportare alle persone, non sia applicata su grande scala, nelle scuole, negli ospedali, in ogni istituzione pubblica. Il motivo è lo stesso per cui solo una parte della popolazione, prendendo come esempio lo sport, è attiva, si allena ed ha un fisico atletico. Non tutti posseggono i requisiti di padronanza di sé, sufficiente salute fisica e mentale, pazienza, per potersi dedicare all’apprendimento.
Come psicologo-psicoterapeuta, ho potuto apprezzare, nel corso della mia pratica clinica, il grande aiuto dell’Autoipnosi in qui pazienti che, in grado di sottoporsi al training, l’avevano affiancata alla psicoterapia classica. Per questo motivo ho istituito un corso di Autoipnosi completo, al fine di poter insegnare ad un pubblico più vasto, non solo come aiuto per chi affetto da disturbi ma anche per coloro aventi altri obiettivi come il miglioramento delle prestazioni nello sport o la scoperta di sé.

Il Corso

Qui potete apprendere l’Autoipnosi

Permettendo di controllare il corpo, le emozioni ed esplorare l’inconscio, l’Autoipnosi può essere di grande aiuto nella cura dei disturbi psicosomatici, come supporto alla psicoterapia o per il miglioramento delle prestazioni in generale.

Scopri di più